Parigi e Francia liberata: Voliamo sotto la Torre Eiffel

DFL_Tableau
Tabella François FLOHIC, aiutante di campo generale de Gaulle, offerto a Pierre SIMONET nel 2015, in memoria del suo passaggio in aereo nel 1945 sotto la Torre Eiffel

"Dopo 8 maggio 1945, giorno della vittoria, la nostra sezione si unisce a Parigi e si pone sul terreno di Los Angeles, l'Eliporto di corrente.
È la fine di un anno intenso, con momenti di grandi paesaggi, strane avventure, incontro con un ambiente emozionante e persone eccezionali, amicizie e il comfort immenso di non aver perso nessun compagno.
Ma per noi, i ribelli della prima ora, doveva ancora fare qualcosa fuori dall'ordinario.
Vi suggerisco di:
- E se sei andato sotto la Torre Eiffel?
Il piano di volo è rapidamente organizzato: prendere piomba la spianata del Trocadero e i suoi giardini, il ponte di Jena, passare sotto l'immenso arco di ferro, volo sopra il campo di Marte e spingere verso l'alto la scuola militare. C'è spazio libero.
Il giorno successivo, il mese di maggio volge al termine, il tempo è superbo, i nostri tre Piper Cub indossato dopo il grande passaggio. Ci sono poche persone; un americano soldato fotografia tutti sorpreso noi volo.

Non era una prodezza di volare. Ci sono voluti più Gallo rispetto all'indirizzo. Avevamo chiesto l'autorizzazione a qualsiasi autorità.
L'aeronautica, l'amministrazione dell'aviazione civile, navigato nell'euforia della vittoria.
Al giorno d'oggi, l'aletta di filatoio che sarebbe stato divertente per passare sotto le gambe della signora grande DFL_1erRA_Cub-Panoramicadovrebbe essere severamente ammonito.
Ma era un momento diverso. "C'è un lungo tempo, dal momento in cui che le ali della liberazione ha volate sopra la Francia".

Pierre SIMONET, Compagnon de la libération
Osservatore in Piper Cub al 1 ° (1º reggimento di artiglieria di R.A. il DFL, Divisione del France Libre)